Ritorno al lavoro? Leggete qui e nessuno si farà male!

Ritorno al lavoro? Leggete qui e nessuno si farà male!

Tempo di lettura: 3 min
Ritorno al lavoro? Leggete qui e nessuno si farà male!

Il momento più temuto dell’anno è arrivato: si torna in ufficio. I sonnellini dopo pranzo, le passeggiate al tramonto sulla spiaggia, la brezza del mare sulla pelle dopo una nuotata rigenerante, le cene a lume di candela, le colazioni senza fretta… ecco, sono solo un bellissimo ricordo. Eppure ogni anno, c’è una parte di noi che è anche contenta di tornare a una sana routine, sempre che sia veramente sana!

Il ritorno al lavoro è sempre un piccolo trauma: genera ansia, ci si sente “disabituati” nonostante si abbia staccato anche solo dieci giorni. L’aria è tesa, c’è l’idea di un nuovo inizio, la voglia di fare bene, di migliorarsi, di non ripetere magari alcuni errori o ingenuità passate. Dicono che chi ben comincia sia a metà dell’opera. Beh, lo crediamo anche noi. Ecco allora un piccolo vademecum per un ritorno in ufficio più organizzato e tranquillo e per far quadrare i conti… in tutti i sensi! Perché sappiamo bene che qualche cliente deve sicuramente ancora pagarvi, o sbagliamo?!

Ma veniamo a noi e a come affrontare al meglio il rientro in pochi semplici passi. 

Iniziamo, ovviamente dal primo, temutissimo giorno. Sembrerà banale (in verità non lo è affatto), ma il segreto per prenderlo di petto è ripartire senza fretta e soprattutto senza farsi prendere dal panico per la quantità di mail che riceverete una volta entrati nella vostra casella di posta elettronica e… per come avete lasciato il desktop del vostro pc! Ordine, innanzitutto: organizzate e archiviate documenti utilizzando strumenti di condivisione cloud per non dover frugare tra mille mail. Affidatevi inoltre alle notifiche: quali sono le scadenze importanti? Quali quelle che riguardano il credito? Quali sono le priorità assolute?

Una volta stabilito il tutto, aprite la posta, togliete l’out of office e cercate di leggere prima solo le mail prioritarie, quindi preparate un template di remind per ricordare con delicatezza ed educazione a chi non lo ha fatto di pagarvi… possibilmente alla svelta! Per il primo giorno, credeteci, può bastare.

Eccoci al giorno due! È tempo di progettare i prossimi passi, è tempo della mitica “to do list”! Per farlo, organizzate un incontro di team, con il boss e tutti i colleghi per definire gli obiettivi e i task dei prossimi mesi, così da pianificare le attività nel dettaglio. L’organizzazione immediata vi aiuterà ad uscire dal limbo del post vacanze e a riprendere subito lucidità e determinazione verso l’obiettivo. Insomma, operatività è il termine del secondo giorno. Con uno sguardo al passato, ma rivolti al futuro, a quello che ancora si può fare, migliorare o semplicemente chiudere e concludere. 

Ma soprattutto, durante tutta la prima settimana, concedetevi dei post lavoro gratificanti, in modo da rientrare, gradualmente, nella routine. Non iniziate a iscrivervi a corsi in palestra, non pensate subito a nuove mete di viaggio, non oberatevi di nuove (solo apparentemente) attività cuscinetto. Pensate a voi: cucinatevi qualcosa di buono la sera, leggete un bel libro, riposate, andate a letto un po’ prima la sera, concedetevi qualche passeggiata, un cinema… cose semplici e appaganti nell’immediato. E soprattutto fidatevi dei vostri collaboratori: cercate supporto nei i colleghi, magari quelli che sono tornati al lavoro prima di voi e quindi già “sul pezzo”.

Se i clienti non vi pagano non allarmatevi subito, non vi arrabbiate! Possono esserci una serie infinita di motivazioni per cui i soldi che vi spettano non sono ancora arrivati. Guardate con calma le scadenze delle fatture che avrete precedentemente archiviato in cloud, cercate di comprendere che la fatturazione elettronica è un sistema relativamente recente e che può avere qualche inghippo, ma soprattutto avvaletevi di software e strumenti che vi permettano di tenere tutte le scadenze sotto controllo, senza impazzire per niente. È molto importante avere un aiuto puntuale e fidato al vostro fianco! Insomma, non c’è momento migliore per sperimentare la demo del software che fa per voi!

Scoprite come tirare le somme con ARCA gestione credito!

Scritto da Redazione
Creato il 12 Settembre 2019
Categoria azienda efficiente
Condividi il post